Officina dei Libri

Pronti per una nuova storia della rubrica I librai della porta accanto? Bene. Oggi andremo Cagliari da Patrizio Zurru nella sua Officina dei Libri.

Officina dei libri, già il nome fa pensare ad un luogo dove le idee non mancano. E lui, Patrizio Zurru ne è la conferma.
Conoscete l’iniziativa #lettidinotte? Ogni 21 giugno le librerie che aderiscono all’evento restano aperte per tutta la notte (o quasi) si parla di libri, si ascoltano letture restando bendati, si organizzano incontri e tanto altro.
Dietro  a questa bellissima iniziativa c’è lui che ha deciso di rispondere ad una richiesta dei suoi clienti: certo che sarebbe carino se foste aperti la notte.
Detto fatto. Una ne pensa 100 ne fa e insieme agli amici di Letteratura Rinnovabile, Letti di Notte quest’anno è arrivata alla quarta edizione.

Marco Zapparoli (Marcos y Marcos) a destra Patrizio Zurru

Marco Zapparoli (Marcos y Marcos) a destra Patrizio Zurru

Nome libreria: Officina dei libri, fu Piazza Repubblica Libri
Anno di apertura: 2005
Mq.: 75
Dipendenti: 1
Genere: varia
Regione:Sardegna
Città: Cagliari
Indirizzo: Via Tola 2

Cosa facevi nella tua “vita precedente”?
Ufficio stampa per festival Jazz.

Quando hai deciso di entrare a far parte del pazzo mondo dei libri?
26 anni fa, prima come libraio itinerante e poi per tempo in Libreria degli Editori, allora fiore all’occhiello delle librerie sarde, poi, quando è diventata Mondadori mi sono licenziato, per dirigere un gruppo di librerie “le librerie delle costa” che avevano sede a Cagliari Porto Cervo, Porto Rotondo e Santa Teresa di Gallura. Poi, quando il capo ha detto che avrebbe messo il distributore di pallette di Winnie the Pooh, gli ho detto che o me o lui. Ha tenuto lui, il giorno dell’arrivo mi sono licenziato, e da lì è iniziata l’avventura in solitaria.

Qual è la domanda che i clienti non dovrebbero mai farti?
Lo sconto, guardando il titolo da un Iphone6.

E quale invece la cosa che ti fa più piacere ti dicano?
Complimenti per l’assortimento, non sembra una libreria di catena.

La richiesta più strana che ti è stata fatta?
Ce ne sono mille, quasi una al giorno, però un giorno con Maurizio abbiamo passato ore a cercare “Asse da Stiro”, che secondo me poteva essere Iperborea, invece volevano proprio un asse da stiro.

Il primo libro che hai letto?
A 5 anni Cuore, perché mio fratello seienne era già a scuola e mi ha insegnato a leggere.

So che è difficile, ma se ti chiedessi un podio, quali sarebbero i 3 libri che mi diresti?
La principessa sposa di William Goldman, Marcos y Marcos.
Non Sapevamo giocare a niente di Emma Reyes, Sur.
L’Aleph di Jorge Luis Borges, nella vecchia traduzione Feltrinelli.

20150812_lascatolalilla_officinalibri1

Se potessi inoltrare una richiesta a chi si occupa di sostenere e aiutare le librerie, cosa chiederesti?
Già fatto, ho scritto una proposta alla regione Sardegna, per conto di un partito e anche se avevo chiesto 100.000 € a sostegno delle librerie di qualità, hanno deliberato un finanziamento di 20,000. Certo, non servirà a granché, ma il modello francese è stato capito dall’assessorato alla cultura. E’ un buon segno.

Che libro stai leggendo in questo momento?
Scritto sulla tua terra, di Mauro Libertella, Caravan, più una decina di inediti per la mia nuova agenzia letteraria Stradescritte.it

Che libro invece consiglieresti ?
Lo Zebra, Camelozampa, di Alexandre Jardin. Ci sono tutte le sfumature dei sentimenti, tradotto magistralmente da Sara Saorin, che lo ha dovuto riambientare in Italia, su richiesta dell’autore.

Libro digitale, vero nemico del cartaceo?
No, per nulla, piuttosto Amazon. Cagliari è la quinta città in Italia per acquisti online.

C’è un libraio della porta accanto che mi consigli di contattare?
Il mio vecchio amico Fabrizio Piazza, di Modusvivendi a Palermo. Nessun sardo, non ne vale la pena.

Come possiamo restare in contatto con la tua libreria? Lasciaci tutti i tuoi recapiti. Facebook, twitter, instagram, blog…
facebook: Patrizio Zurru e Officina dei Libri
twitter: che uso più spesso @patriziozurru1
blog, ho la mia rubrica: “Una pagina per capello” su www.hounlibrointesta.it
e poi collaboro con www.sardegnablogger.it
sito: ovviamente dell’agenzia, www.stradescritte.it

By | 2015-08-15T09:23:19+00:00 agosto 14th, 2015|i librai della porta accanto|0 Comments

About the Author:

Sono una spacciatrice di sogni. Da piccola volevo fare la libraia e nel 2010 ho aperto la mia libreria a Milano, Il Mio Libro. Nel 2016 è uscito il mio libro per Rizzoli, "La libreria delle storie sospese".

Leave A Comment